L’importanza della consulenza sulla sicurezza nei luoghi di lavoro

La sicurezza nei luoghi di lavoro, indipendentemente dal settore, è un elemento fondamentale e che deve essere assicurato e rispettato. Le aziende, infatti, dovrebbero sempre poter offrire ai lavoratori i ambienti accoglienti e soprattutto sicuri. 

I dipendenti, che sono uno degli asset intangibili dell’azienda, devono poter svolgere le loro prestazioni in in totale sicurezza e, per garantire ciò, è consigliabile richiedere una consulenza per la sicurezza dei luoghi di lavoro.

La sicurezza sui luoghi di lavoro è un tema “caldo” e, proprio per sensibilizzare l’opinione pubblica, ma denunciare anche le condizioni di lavoro a cui purtroppo molte persone sono sottoposte, è stata istituito “Il World Day for Safety and Health at work” che viene celebrato il 28 Aprile.

Negli ultimi anni, per fortuna, complice anche un aggiornamento delle normative di riferimento, questo argomento sta registrando un interesse sempre crescente. Purtroppo però, a portare sotto i riflettori le tematiche della sicurezza sui luoghi di lavoro è stata anche la recente emergenza sanitaria per il Covid-19.

Questa esperienza, infatti, ha sottolineato come nelle aziende non esistano solo eventi come cadute o incidenti, ma anche la diffusione di un’infezione nell’ambiente di lavoro rappresenta una problematica di sicurezza. Nel 2020, infatti, quasi un quarto dei decessi e degli infortuni sul lavoro possono essere attribuiti a questo contagioso virus, secondo una ricerca svolta dall’ Inail.it.

Le aziende devono quindi garantire la sicurezza sul lavoro e la soluzione migliore è affidarsi a professionisti specializzati che possano offrire una consulenza ad hoc per ogni realtà aziendale.

Chi richiede una consulenza per la sicurezza sul lavoro avrà la visita in azienda di un esperto che provvederà ad analizzare l’ambiente e le dinamiche operative per stilare un programma specifico.

Dopo questa prima fase di analisi che si articola in un sopralluogo, nella raccolta dei dati, l’identificazione delle mansioni e dei ruoli svolti, oltre che ad una verifica dell’idoneità di luoghi e strumentazioni di lavoro, si procede con la fase successiva che è quella della valutazione dei rischi specifici aziendali.

L’individuazione delle varie tipologie di rischio connesse al lavoro, come l’esposizione al rumore, vibrazioni, campi elettromagnetici, ma anche ad agenti chimici ed amianto, oltre che quelli relativi alla movimentazione di appositi macchinari, servirà per programmare gli interventi necessari.

Infatti, bisognerà dare il via ad una serie di iniziative, come la redazione o l’aggiornamento della documentazione, la formazione del personale e la nomina delle figure previste, tutte svolte in collaborazione con il datore di lavoro.

Affidarsi ad un’azienda specializzata nella consulenza sulla sicurezza nei luoghi di lavoro è il primo passo per far si che tutte queste iniziative abbiamo successo. Infatti, non si tratta solo di adeguare l’ambiente lavorativo alle norme dettate dal Decreto legislativo 81/2008, ma anche di mantenere le condizioni adeguate nel tempo senza discostarsi dagli obiettivi prefissati.

La sicurezza sul lavoro, infatti, non richiede un intervento una tantum, che si può concludere in un’unica volta, ma bensì la consulenza sulla sicurezza dei luoghi di lavoro è un’operazione che richiede un continuo monitoraggio.

L’obiettivo è quello di garantire la tutela della salute di ogni lavoratore, indipendentemente dal ruolo assunto nell’organico aziendale, attraverso l’attuazione delle misure necessarie per ridurre i rischi di infortuni sul lavoro e per prevenire le malattie professionali. 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *